Presidio Libera Cassano. Il ricordo di Cocò Campolongo

Il 23 gennaio scorso, nell’aula magna dell’Istituto Erodoto di Thurii di Cassano i ragazzi delle classi quarte dell’istituto d’istruzione superiore del territorio e i bambini della IV A della scuola primaria del plesso di Via Siena sono stati i protagonisti dell’evento organizzato dal presidio di Libera “Fazio Cirolla” di Cassano per ricordare il piccolo Cocó Campolongo.

La dirigente dell’Erodoto di Thurii, prof. Anna Liporace e il dirigente della “Biagio-Lanza” prof. Maradei cogliendo con gioia e prontezza l’invito del presidio, si sono affidati alla creatività dei loro studenti, consentendo loro di esprimersi liberamente sollecitati da una poesia di Antonia Iannicelli, mamma del piccolo. “Quel posto vuoto” è impegno, è memoria, è storia che mai più dovrà ripetersi, è ricerca di riscatto, è consapevolezza degli errori commessi, è luce in un territorio bellissimo ma imbrattato di sangue, è speranza per le nuove generazioni, è monito per chi potrebbe fare e mantiene le mani in tasca a contare i soldi della corruzione.

I ragazzi e i bambini ci chiedono punti di riferimento credibili che possano tracciare la strada giusta da percorrere, ognuno con le proprie meravigliose potenzialità.
“La storia è memoria” ha detto don Ennio Stamile, referente regionale di Libera.
“Il posto vuoto di Cocó Campolongo ci inchioda alle nostre responsabilità. A 6 anni dalla morte tragica, ingiusta, incomprensibile del piccolo Cocó, che cosa è cambiato nel nostro territorio? Si continua a spacciare morte, si continua con le intimidazioni, con l’usura, il gioco d’azzardo, il pizzo. Con le nostre azioni, rimaste immutate, continuiamo ad uccidere il piccolo Cocó”. Così ha tuonato
MONS. Francesco Savino, Vescovo di Cassano all’Ionio. Adulti, ragazzi e bambini in rigoroso silenzio hanno ascoltato le parole del papà e della mamma del piccolo Cocó. Parole cariche di dolore ma consapevoli delle scelte sbagliate e delle conseguenze irreversibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *