Storia di Libera Calabria

1996

  • Nasce il coordinamento di Reggio Calabria con referente Mario Nasone del Centro Comunitario Agape che nel 1997 e fino al 1998 individua in Patrizia Gambardella il referente locale e regionale.

1998

  • A Reggio Calabria si svolge la III° Gionata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
  • Nascono i coordinamenti della Locride, della Piana di Gioia Tauro e di Lametia Terme con referente Emma Leone della comunità Progetto Sud.

2000

  • Tra imponenti misure di sicurezza, l’ormai tradizionale campo estivo di formazione di Libera si tiene presso il santuario della Madonna di Polsi, nel comune di San Luca (Rc), nel cuore della Locride, dove la ’ndrangheta ha stabilito da più di un secolo il suo regno.

2001

  • l’8 novembre a Reggio Calabria don Ciotti incontra 40 persone in rappresentanza di 25 gruppi: si gettano le basi per la riorganizzazione e il rilancio di Libera nella provincia di Reggio Calabria.
  • Il 16 dicembre a Polistena si svolge una assemblea elettiva guidata da don Ciotti, per i referenti dei tre coordinamenti reggini i cui territori coincidono con quelli delle diocesi. Vengono eletti: Francesco Riggitano per la Locride, don Pino De Masi per la Piana e Mimmo Nasone per Reggio Calabria.

2003

  • Il 22 luglio si svolge la prima marcia sul Sentiero della memoria, in Aspromonte, da San Luca a Pietra Cappa.

2004

  • Viene costituita con bando pubblico la cooperativa Valle del Marro.

2005

  • Prendono il via in Sicilia e Calabria,  presso la cooperativa Valle del Marro, i campi della legalità Progetto Libera Terra, i primi campi di volontario e di formazione sui terreni confiscati organizzati da Libera e Legambiente.

2006

  • A Vibo Valentia nasce il coordinamento di Libera che è affidato alla guida di don Giuseppe  Fiorillo.

2007

  • Si svolge a Polistena la XII° Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie con lo slogan “La Calabria in movimento per la giustizia sociale”.

2008

  • A Lametia Terme il coordinamento passa sotto la guida di Enzo Caroleo.
  • A Crotone prende avvio il progetto Restitutio guidato dalla Prefettura, che porrà le basi per la nascita della cooperativa Terre Joniche e del coordinamento di Libera Crotone.

2009

  • A Crotone viene ucciso Dodò Gabriele, 11 anni, mentre gioca su un campo di calcetto. Il costituendo coordinamento di Libera Crotone organizza la prima giornata “Liberi di giocare”.

2010

  • Nascono i coordinamenti di Crotone (referente Antonio tata) e Cosenza (referente Sabrina Garofalo).
  • Il 20 aprile, a Reggio Calabria, prende avvio la campagna antiracket di consumo critico ReggioLiberaReggio. La libertà non ha pizzo.
  • In provincia di Crotone, a San Leonardo di Cutro e Isola Di Capo Rizzuto, si svolgono i primi campi E!state Liberi!
  • A Cosenza si svolge la prima edizione del Premio Nazionale “Musica contro le mafie”; il primo e più importante premio musicale europeo dedicato alla musica con tematiche legate al sociale e in particolar modo all’impegno antimafia.

2011

  • Nasce il presidio di Cirò Marina, il primo presidio locale in Calabria.
  • A Reggio Calabria prende avvio lo sportello SOS Giustizia.
  • Presso l’Unical si svolge il primo corso di “A scuola di antimafia” organizzato dal coordinamento di Libera Cosenza

2012

  • A Reggio Calabria viene eletto referente Francesco Spanò, che guiderà il coordinamento fino al 2015.
  • Nasce il presidio di Scilla con referente Giusy Nuri.
  • Il 26 aprile si inaugura a Reggio Calabria la Bottega della legalià “Dodò Gabriele”.
  • Libera viene riconosciuta parte civile nel processo Meta in corso a Reggio Calabria.

2013

  • Si costituisce formalmente la cooperativa sociale Terre Joniche-Libera Terra per la gestione dei terreni confiscati nei comuni di Isola Di Capo Rizzuto e Cirò in provincia di Crotone.
  • A Lamezia Terme termina l’esperienza del coordinamento di Libera. Si avvia contestualmente il percorso di formazione per la costituzione di Libera Catanzaro.
  • Si costituisce il Presidio di Bagnara Calabra, referente Maria Carmela Gioffrè. 
  • Deborah Cartisano viene eletta referente di Libera Locride.
  • Si costituisce il coordinamento provinciale di Libera Catanzaro con referente Donatella Monteverdi.
  • Il 6 settembre, a Vibo Valentia, per la prima volta si svolge l’elezione del referente regionale di Libera Calabria. Viene eletto Mimmo Nasone che resterà in carica fino al 2015.

2014

  • Si svolge a Lamezia Terme il primo Forum Regionale sui beni confiscati.
  • Il 3 novembre viene sottoscritto il patto per la nascita del Presidio della Valle Tuccio e Montebello Ionico “Nino Marino”. Referente del presidio è Giusy Fosso.
  • Prima edizione dei concorsi per studenti intitolati a Pasquale Cristiano e Francesco Tramonte, ideati e promossi dal coordinamento di Libera Catanzaro.

2015

  • Viene eletta la nuova referente di Libera Cosenza, Marta Perrotta.

2016

  • Il 15 gennaio viene eletto referente regionale di Libera Calabria, Don Ennio Stamile. Contestualmente, a seguito delle nuove norme statutarie, viene costituita la Segreteria regionale.
  • Libera si costituisce parte civile al processo Kytrion.

2017

  • A Locri si svolge la XXII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie. Per l’occasione sarà presente anche il presidente della Repubblica Mattarella.
  • Libera si costituisce parte civile al processo Gotha che si celebra a Reggio Calabria
  • Catanzaro, firma del protocollo d’Intesa per il servizio dei detenuti in ambienti associativi.
  • Presso l’Università della Magna Grecia a Catanzaro viene costituito il presidio universitario dedicato a “Maria Concetta Cacciola”.
  • Il 2 dicembre a Vibo Valentia viene eletto il nuovo referente provinciale Giuseppe Borrello.

2018

  • Il 2 febbraio a Roma vien sottoscritto il protocollo d’intesa “Liberi di scegliere
  • A Vibo Valentia si svolge la prima giornata regionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
  • Il 25 marzo a Cetraro nasce il presidio Alto Tirreno Cosentino dedicato a Lucio Ferrami (referente Angelo Serio)
  • Libera si costituisce parte civile al processo Jonny.
  • Il 16 novembre a Catanzaro viene lanciata la campagna regionale contro il racket e l’usura “La libertà non ha pizzo”.

2019

  • A Catanzaro si svolge la seconda giornata regionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
  • Libera Crotone promuove la prima edizione del concorso letterario Antonio Lucisano.
  • Si costituiscono tre nuovi presidi locali: Presidio di Corigliano-Rossano “Mario e Gianluca Congiusta” (referente Gennaro De Rosa); Presidio di Cassano all’Ionio “Fazio Cirolla” (referente Carmen Campanella); Presidio di Palmi “Rossella Casini” (referente Teresa Famà)