21 Marzo

Fin dal 1995, Libera dedica il primo giorno di primavera alla memoria, organizzando la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie in un luogo simbolico d’Italia.

Catanzaro – 21 Marzo 2019

Nel 2017 il 21 marzo diventa Giornata Nazionale, grazie ad una legge del nostro Stato. Dal 2016 si è deciso di individuare in ogni regione una città significativa nella quale celebrare questa giornata.

Per la XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie Libera in Calabria ha scelto CATANZARO.

Perché Catanzaro

Catanzaro, capoluogo della Regione Calabria, è stata per lungo tempo una città tranquilla, immune da fenomeni criminali di ogni tipo.

Questa descrizione permane nell’immaginario collettivo sebbene, da lungo tempo, proprio il ruolo centrale assunto da Catanzaro sotto il versante politico-amministrativo l’abbia resa lo snodo principale degli accordi di potere, anche occulti. Per certi versi, dunque, Catanzaro è diventata la città elettiva della zona grigia, il luogo privilegiato per quella politica e per quella burocrazia che nella nostra Regione sono spesso andate a braccetto con le organizzazioni criminali.

La sottovalutazione della presenza mafiosa è proseguita anche negli anni più recenti, sebbene la città sia stata investita da manifestazioni più visibili e più violente di criminalità organizzata. Come hanno dimostrato alcune importanti operazioni di polizia, il territorio della città è ormai controllato da una manovalanza criminale che opera al servizio delle cosche più note della regione.

Da sei anni Libera ha aperto un presidio in città, a cui si deve la prima manifestazione anti-mafia e una capillare opera di informazione nel tessuto urbano. La manifestazione regionale del 21 marzo contribuirà al risveglio delle coscienze cittadine e dirà con forza ai catanzaresi che nessuno è immune dalla violenza mafiosa e che una Calabria senza mafia passa inevitabilmente da una Catanzaro senza mafia.